Una donna riceve un massaggio rilassante alla schiena da un fisioterapista esperto, specializzato in osteopatia.

IL TRATTAMENTO OSTEOPATICO

Oltre al desiderio di guarigione, il trattamento osteopatico è sempre preceduto in qualche modo dal desiderio di entrambe le parti, osteopata e paziente, di aprirsi sempre più profondamente alla vita. Solo nella seconda fase, l'esperienza, la conoscenza e la qualità del tocco...

Le prime informazioni sul vostro stato di salute e sul vostro atteggiamento nei confronti della vita le avete già comunicate inconsciamente all'osteopata quando siete entrati nel consultorio:

attraverso l'andatura e la postura, la voce, le espressioni del viso. State in piedi e camminate inclinati in avanti, oppure il vostro corpo è leggermente ruotato o eccessivamente dritto? Una spalla è leggermente sollevata o la testa è più inclinata da un lato? Respirate nello stomaco o nel petto? La respirazione è profonda e lenta o superficiale e veloce? Queste caratteristiche forniscono indizi importanti.

Il trattamento iniziale è solitamente seguito da una discussione dettagliata sul motivo della consultazione. Questa discussione anamnestica comprende anche la storia della malattia o della sensazione di malattia.

In questo caso possono avere un ruolo cose che a prima vista potrebbero non avere nulla a che fare con i vostri disturbi. Oltre agli incidenti, alle malattie, alle operazioni e allo stress emotivo di vecchia data, possono essere anche la situazione di vita attuale, le abitudini di vita (alimentazione, attività fisica e sonno, ecc.) e la situazione lavorativa.

In definitiva, l'osteopata vorrà ascoltare la storia della vostra vita dall'inizio del concepimento o anche prima, la gravidanza, la nascita, la prima infanzia fino al momento attuale. Tutte queste esperienze possono essere collegate ai vostri disturbi attuali, soprattutto se sono presenti da tempo.

Dovete inoltre comunicare all'osteopata tutto ciò che vi sembra importante durante questa consultazione. Potrebbero essere necessari anche esami del sangue, analisi intestinali o immagini radiologiche. Innanzitutto, le nostre mani possono fare molto, ma non tutto.

Ad esempio, l'importante domanda sulla composizione dei batteri intestinali o sulla presenza di una barriera intestinale permeabile, in parte responsabile dei sintomi, può essere risolta solo combinando le informazioni ricavate dall'anamnesi, toccando l'addome con le mani, eventualmente dai risultati di un questionario compilato e, se necessario, dall'analisi di un campione di feci.

SEGUE UN'INDAGINE DETTAGLIATA

Il contatto con le mani è la parte principale del trattamento nella pratica osteopatica. La mobilità, l'elasticità, la tensione e lo stato energetico delle articolazioni, dei muscoli, degli organi, dei nervi, dei vasi e di altri tessuti vengono diagnosticati anche con le mani durante l'esame del corpo e in relazione alla situazione di vita del paziente.

Se necessario, verranno organizzati ulteriori esami medici, come esami radiologici, neurologici o del sangue.

IL TRATTAMENTO OSTEOPATICO

Gli osteopati non lavorano con tecniche specifiche per determinate malattie, ma cercano di individuare i singoli fattori che hanno portato al disturbo nell'organismo di ciascun paziente. È quindi possibile che due persone con gli stessi disturbi vengano trattate in modo molto diverso.

Trattandosi di un approccio olistico, il trattamento osteopatico non si rivolge solo ai tessuti del corpo, ma tocca anche il cuore e la mente del paziente.

FINE DEL TRATTAMENTO OSTEOPATICO
Al termine del trattamento, l'osteopata risponde alle domande che sono sorte, dà consigli su come sostenere la guarigione e fa ipotesi sulla prognosi. Se necessario, consiglierà un trattamento aggiuntivo o ulteriore da parte di uno specialista o di un altro terapeuta.

IL MISTERO DEL TRATTAMENTO

In definitiva, sono l'esperienza, la conoscenza e l'empatia dell'osteopata che gli permettono di capire come le circostanze di vita del passato e del presente possano influire su alcuni disturbi, come il dolore, e come sia effettivamente il collegamento con i muscoli tesi, la fascia tesa, le articolazioni fisse, le capacità di scorrimento alterate dei nervi o dei vasi.

Questa comprensione può essere sviluppata solo insieme al paziente. Alla fine è fondamentale che il paziente capisca come tutto sia collegato. Perché allora c'è anche la possibilità di vivere la vita in modo molto più consapevole e responsabile e, a lungo termine, una sensazione di salute molto più profonda e completa di quella che forse è mai esistita. In questo senso, l'osteopata non è solo un terapeuta, ma piuttosto un compagno. Insieme esplorano, attraverso il tocco sensibile, come tutto sia collegato e possa svilupparsi nella direzione del benessere.

Ad esempio, un piccolo muscolo teso sul bordo inferiore della nuca, come il muscolo semispinale o il muscolo retto capitis posteriore maggiore, che irrita un nervo ancora più piccolo, il nervo occipitale, che può essere associato alla cefalea tensiva. Naturalmente, un rilassamento a breve termine del muscolo può essere utile. Ma cosa provoca l'irrigidimento del muscolo? Possono esserci diverse influenze e di solito una combinazione di influenze: per esempio, già l'aumento dei fattori infiammatori nel sangue a causa di un'alimentazione troppo ricca di cereali e dolci e/o di un'eccessiva immobilità, e infine perché certi sentimenti e schemi di credenze che lavorano in segreto fin dalla prima infanzia e influenzano inconsciamente la postura.

Forse la causa scatenante è stata una caduta o una separazione dal partner, ma concentrarsi solo sulla causa scatenante è troppo miope. La comprensione di queste connessioni da parte dell'osteopata e del paziente dipende sempre dalle proprie esperienze di vita e di lavoro. Il trattamento osteopatico è quindi sempre molto individualizzato, è un percorso condiviso per un certo periodo di tempo e talvolta è anche in grado di cambiare profondamente la vita.

Una donna in bikini bianco si trova davanti a una molecola e presenta Osteopathie Hamburg.

DURATA E FREQUENZA DEL TRATTAMENTO

Un trattamento osteopatico dura solitamente dai 30 ai 45 minuti.

L'osteopatia può ottenere effetti profondi, in alcuni casi nel giro di poche consultazioni. I problemi più complessi richiedono di solito un periodo di trattamento più lungo.

Per i disturbi acutiNel caso di sintomi non dovuti a una malattia cronica, spesso sono sufficienti due o tre appuntamenti a intervalli di circa una settimana o cinque settimane.

Per la cronicaIn caso di patologie ricorrenti possono essere necessarie sei o più sedute. I trattamenti vengono solitamente eseguiti a intervalli di quattro-sei settimane.

qoute

"Quando tutti i sistemi del corpo sono ben organizzati, prevale la salute".

Andrew Taylor Still

Una donna riceve un massaggio rilassante al collo da un osteopata esperto ad Amburgo.
Un uomo e una donna praticano l'osteopatia in uno studio di fitness.

COSTI DI TRATTAMENTO

Molte compagnie assicurative sovvenzionano la terapia. Chiedete alla vostra assicurazione sanitaria se i costi del trattamento osteopatico sono coperti, almeno in proporzione.

L'onorario si basa sul tariffario dei medici alternativi (GebüH). In caso di dubbi, si prega di chiarire in anticipo se la propria assicurazione sanitaria privata coprirà i costi.

Una seduta di trattamento costa:

  • per chi paga da solo: 98,- Euro
  • il primo appuntamento con il signor Liem: 139,- Euro.
  • Agopuntura: 29,- Euro

Se avete un'assicurazione legale e un'assicurazione complementare, abbiamo bisogno dei dati (nome) dell'assicurazione complementare. La fattura che ricevete come persona "puramente" assicurata per legge non è sufficiente per l'assicurazione complementare! Se una fattura viene emessa in modo "errato" a causa di informazioni mancanti, purtroppo non possiamo apportare modifiche retroattive.

DOPO IL TRATTAMENTO

Se possibile, concedetevi del tempo per riposare dopo il trattamento. Il trattamento ha fornito al vostro organismo nuove informazioni, permettendo di stabilire un nuovo ordine ed equilibrio nel vostro corpo.

Questo può svilupparsi meglio se non ci si trova immediatamente di fronte a nuove richieste massime. Pertanto, il giorno del trattamento è opportuno evitare il più possibile forti stimoli fisici e altri tipi di eccitazione.

L'effetto del trattamento può essere ulteriormente sostenuto bevendo una quantità sufficiente di liquidi (acqua di sorgente o tisane) nei giorni successivi, per favorire le reazioni di disintossicazione.

Una donna riceve un massaggio rilassante alla schiena da un osteopata esperto di Amburgo.
Una donna riceve un massaggio alle gambe da un osteopata ad Amburgo.

COSA CARATTERIZZA UN BUON OSTEOPATA

La base di un buon osteopata è una solida conoscenza dell'intera anatomia e fisiologia umana e delle loro interazioni, nonché delle connessioni nervose, vascolari ed energetiche.

Le mani di un osteopata sono in grado non solo di distinguere i singoli tessuti del corpo, ma anche di percepirne la mobilità, i movimenti intrinseci, le tensioni e le energie. La diagnosi osteopatica permette anche di riconoscere le connessioni nel corpo e il loro significato per l'omeostasi (autoregolazione) complessiva dell'organismo. In questo modo, è possibile guardare dietro i disturbi evidenti e individuare le cause sottostanti.

Atteggiamenti mentali La coscienza e le emozioni si esprimono nel corpo attraverso determinate tensioni tissutali, così come la condizione delle strutture corporee determina determinati stati emotivi. Una palpazione aperta e in ascolto, nel senso di un tocco consapevole, può riportare il paziente a contatto con esperienze e traumi immagazzinati nei tessuti, che può sciogliere e liberare con questa sola attenzione. Il corpo torna a fluire.

Attraverso impulsi mirati l'osteopata può far sì che il corpo si corregga e raggiunga un nuovo equilibrio interno. In questo modo il corpo può guarire da solo.

Il miglior osteopata - Un contributo da Amburgo

Un buon osteopata: cosa significa? A seconda della persona a cui si chiede, si otterranno risposte diverse. Ma sicuramente otterrete
qoute

"Ispirazione da amico ad amico: la chiave è essere nel presente. Fluire dal cuore. Mantenere la mente significativamente presente, fluendo con la consapevolezza del respiro nell'adesso".

Torsten Liem

Una donna si fa visitare da un osteopata ad Amburgo.
Chi siamo

I PAZIENTI CI CONOSCONO

Ci fa piacere quando i pazienti ci danno una buona valutazione sui social media o sui portali di valutazione. Qui potete trovarne un estratto.
Osteopatia Amburgo

BLOG SULLA SALUTE

Con il mio blog vorrei rendere accessibile al grande pubblico il campo della salute olistica, costituito da conoscenze specialistiche e approfondimenti pratici su MENTE, CORPO e STILE DI VITA.

Newsletter Healthblog

Iscriviti alla nostra newsletter

A intervalli regolari inviamo una newsletter con video, podcast e articoli sul tema della salute.

Desidera una consulenza?
Saremo lieti di aiutarvi.

Chiamare al
it_ITItalian