LE BASI DELL'OSTEOPATIA

L'osteopatia è una forma di terapia manuale che comprende e tratta l'organismo nella sua struttura olistica. È una filosofia, una scienza e un'arte.

Come filosofia L'osteopatia intende l'essere umano come un essere olistico che ha tutto il potenziale per auto-guarirsi e mantenere la salute. Il costante equilibrio tra i singoli sistemi corporei è il presupposto ottimale per la salute.

Come la scienza incorpora le scoperte delle scienze chimiche, fisiche e biologiche al servizio della salute, nonché della prevenzione, della guarigione e del miglioramento delle malattie. Pertanto, l'osteopatia si è sempre sforzata di ricercare scientificamente le proprie attività e i propri successi e di integrare i nuovi risultati scientifici nell'osteopatia.

La vostra arte è applicare i principi filosofici e scientifici nel trattamento osteopatico. Il trattamento osteopatico si basa sulla conoscenza dei numerosi processi interconnessi nell'organismo che portano alla salute o anche alla malattia.

Per soddisfare questo elevato standard, gli osteopati non devono solo acquisire conoscenze di anatomia, fisiologia e delle speciali procedure diagnostiche e terapeutiche dell'osteopatia, ma devono anche aver interiorizzato il concetto di osteopatia. Questa si basa essenzialmente su quattro elementi costitutivi che determinano la visione dell'uomo da parte dei terapeuti osteopatici e quindi la loro concezione della medicina.

Una donna riceve un massaggio in una sala massaggi da un osteopata ad Amburgo.

I QUATTRO PRINCIPI DELL'OSTEOPATIA

Una donna riceve un massaggio rilassante alla schiena da un fisioterapista esperto, specializzato in osteopatia.

IL PRIMO PRINCIPIO

Il corpo è un'unità. L'essere umano è un'unità di corpo, anima e spirito e del suo ambiente biosociale/culturale.

Non vediamo solo l'organismo con le sue ossa, i muscoli, i tendini, i legamenti, le fasce, gli organi interni, i vasi e i nervi come un'unità, ma soprattutto come questi tessuti si relazionano con la vita della persona. Perché il modo in cui una persona si sente e se rimane in salute a lungo termine è influenzato da una moltitudine di processi fisici e mentali, nonché dalle sue numerose relazioni con l'ambiente privato e professionale. Questo include in particolare il suo stile di vita, cioè le abitudini alimentari, l'esercizio fisico, il sonno, ecc.

Dal punto di vista osteopatico, ad esempio, non esiste una rigida separazione tra disturbi fisici e psicologici. Al contrario, siamo interessati alla stretta interazione tra la vostra vita e il vostro corpo.

Tutti questi fattori sono inestricabilmente legati. Queste connessioni sono essenziali per il successo del trattamento. Ecco perché al Centro di Osteopatia Liem vi trattiamo in modo olistico. Ciò significa che effettuiamo un'anamnesi dettagliata che comprende tutta la vostra vita.

Per questo motivo il signor Liem, uno dei primi osteopati in Germania, assicura costantemente la formazione continua di tutti i colleghi del centro di osteopatia. Grazie alla formazione e all'aggiornamento costanti, siamo in grado di incorporare nel trattamento le più recenti scoperte scientifiche.

IL SECONDO PRINCIPIO

Struttura e funzione si influenzano reciprocamente.

Le strutture corporee in senso osteopatico sono le ossa, i muscoli, le fasce, i legamenti, i tendini, gli organi, i nervi, i vasi e i fluidi corporei (ad esempio sangue, linfa, liquido cerebrospinale).

Le funzioni sono i processi fisiologici come i movimenti del corpo, la circolazione sanguigna, la digestione o il ciclo mestruale delle donne o i processi di pensiero e i sentimenti. Le strutture e le funzioni sono strettamente correlate e si influenzano costantemente a vicenda.

Prendiamo come esempio l'articolazione del gomito. Questa è composta da tre articolazioni parziali. Ognuna di queste articolazioni parziali (struttura) consente determinati movimenti (funzione). Ad esempio, l'avambraccio può essere piegato e allungato nell'articolazione braccio-gomito (articolazione a cerniera) rispetto alla parte superiore del braccio.

Esiste anche l'articolazione del braccio superiore e l'articolazione dell'ulna.

Una donna riceve un massaggio terapeutico alla schiena da un osteopata esperto ad Amburgo.

L'articolazione del gomito è quindi funzionalmente coinvolta anche nei movimenti di rotazione della mano.

Se la funzione si modifica, ad esempio esagerando, come quando si suona il pianoforte o si avvita la casetta del giardino o si gioca a tennis, la struttura ne risente. I punti di attacco dei muscoli all'osso possono infiammarsi, ad esempio. Ma questi processi possono essere influenzati anche da altre articolazioni che non si trovano nemmeno nel punto in cui si sente il dolore, ad esempio l'articolazione della spalla, la colonna vertebrale cervicale o anche il diaframma, gli organi o i muscoli addominali. Queste cosiddette catene disfunzionali si basano sul concetto osteopatico di disfunzione somatica.

La predisposizione alla formazione o alla cattiva guarigione delle infiammazioni è influenzata anche dalle abitudini alimentari.

La capacità di "leggere" questa interazione determina la misura in cui noi, come osteopati, possiamo effettivamente trattare in modo appropriato.

Una donna riceve un massaggio da un fisioterapista specializzato in osteopatia pediatrica.

IL TERZO PRINCIPIO

Ogni modello comprende fattori anatomici, fisiologici e psicologici. L'osteopata ha tutti questi modelli in "vista" e nelle "mani" quando le persone vengono per il trattamento.

L'osteopata valuta in che misura le forze di autoregolazione sono esposte a possibili sollecitazioni e le sostiene, ad esempio sciogliendo le tensioni tissutali disfunzionali e le più belle restrizioni di movimento, le cosiddette disfunzioni osteopatiche o somatiche.

Allo stesso tempo, il trattamento è sempre orientato alle forze di autoregolazione espresse nel corpo e alla globalità del paziente, ad esempio in cui l'osteopata si sincronizza con le ritmicità proprie del corpo e in cui ciò che va bene viene apprezzato e rafforzato.

IL QUARTO PRINCIPIO

Il trattamento osteopatico segue i primi tre principi. Tiene conto in egual misura dell'unità del corpo e della conoscenza dei poteri di autoguarigione e delle interrelazioni tra strutture e funzioni.

La salute è sempre in divenire e anche la nostra comprensione della salute è in continua evoluzione. L'osteopatia, in quanto arte curativa, deve tenere conto dell'individualità della salute di ogni persona. In questo contesto, essere malati significa avere un rapporto disturbato con se stessi, con i propri simili e con l'ambiente.

Come osteopati, concentriamo la nostra attenzione su questi processi di autoguarigione. In pratica, sosteniamo i meccanismi di regolazione dell'organismo attraverso le mani e le tecniche osteopatiche. Aiutiamo inoltre a comprendere le cause dei sintomi e, eventualmente, a modificare lo stile di vita in modo che i sintomi non siano più necessari.

Una donna viene massaggiata da un fisioterapista di Amburgo specializzato in osteopatia.

TRE AREE PRINCIPALI DELL'OSTEOPATIA

Per l'osteopata, l'organismo e l'essere umano nel suo complesso rappresentano un'unità. Ciascuna delle seguenti sottoaree influenza le altre. Non possono essere considerate separatamente l'una dall'altra. La distinzione è puramente didattica perché tutti i sistemi corporei sono interconnessi e agiscono in continua interazione tra loro per garantire la salute e la vita.

OSTEOPATIA PARIETALE

Si tratta dell'apparato muscolo-scheletrico, il sistema muscolo-fasciale. Le limitazioni del movimento causate da posizioni anomale di muscoli, articolazioni, legamenti e fasce (= tessuto connettivo che ricopre i muscoli) possono essere corrette da impulsi mirati. Nel corpo viene ristabilito un nuovo equilibrio statico e dinamico. Ad esempio, le obliquità pelviche, i disallineamenti delle vertebre, le tensioni muscolari o le conseguenze di un piede torto che sono rimaste nella memoria del corpo possono essere corrette se sono la causa dei disturbi.

Parole chiave: Osteopatia Amburgo

OSTEOPATIA VISCERALE

Si tratta degli organi interni: stomaco, intestino, fegato, reni, polmoni, cuore, ecc. Vengono trattati il movimento ritmico degli organi e le loro connessioni legamentose e fasciali. L'apporto nervoso, la circolazione sanguigna e la funzione di ogni organo possono essere normalizzati. In questo modo si possono risolvere i disturbi digestivi, avviare processi di disintossicazione e armonizzare i disturbi metabolici, in modo che l'organismo possa riprendersi. Ecco alcune delle nostre pubblicazioni in questo campo:

OSTEOPATIA CRANIOSACRALE

Il termine "craniosacrale" è composto dai termini latini di cranio (cranium) e sacro (sacrum) e designa allo stesso tempo l'area del corpo su cui ci si concentra particolarmente.

Il sistema craniosacrale comprende il cervello, il liquido cerebrospinale, le meningi, le ossa craniche e il sacro. In particolare, le cefalee e i disturbi degli organi di senso, i disturbi visivi, della deglutizione e della mandibola, l'orecchio medio e la sinusite, sono localizzati nell'area del cranio.

Tuttavia, i disturbi vengono sempre trattati dagli osteopati tenendo conto di tutte le aree dell'osteopatia. Questo perché l'osteopatia si concentra sulle interrelazioni dell'essere umano e non sulle singole aree.

Allo stesso tempo, l'osteopatia craniosacrale si riferisce anche a determinati approcci terapeutici. È caratterizzata, ad esempio, dalla sincronizzazione dell'osteopata con i micromovimenti dei vari tessuti del corpo. Questo approccio è stato sviluppato per la prima volta da William G Sutherland e poi da Torsten Liem, tra gli altri. Ecco alcune delle nostre pubblicazioni in questo campo:

CINQUE MODELLI IN OSTEOPATIA

Un uomo riceve un massaggio alla testa da un osteopata ad Amburgo.

CINQUE MODELLI IN OSTEOPATIA

Nel corso della nostra vita possiamo essere esposti a diversi tipi di stress: fattori di stress fisico, emotivo, sociale, biochimico, metabolico, elettromagnetico o patogeno (batteri, virus, funghi, parassiti) o tossine/inquinamento ambientale. Anche il nostro stile di vita svolge un ruolo importante. Innanzitutto, il nostro organismo cerca di dissolvere i possibili fattori di stress. Se ciò non è possibile, ci adattiamo. Ciò avviene attraverso una serie di cambiamenti adattativi e fisiologici, anche a livello tissutale. Si tratta del cosiddetto adattamento allostatico.

Tuttavia, questo adattamento allostatico rappresenta di per sé una certa sfida e un peso per l'organismo e viene chiamato carico allostatico. A seconda di quanto a lungo e quanto intensamente ci colpiscono i fattori di stress e a seconda di quanto siamo suscettibili ad essi, le nostre forze di autoregolazione dell'adattamento si esauriscono e nell'organismo si sviluppano ulteriori catene di conseguenze. Da questo punto di vista, i disturbi possono anche essere intesi in parte come un deficit di interazione dinamica all'interno dei sistemi di adattamento stessi e tra di essi.

Il nostro corpo lo dimostra attraverso sintomi quali dolore, malessere, ecc.

Per un osteopata esperto, questo diventa riconoscibile nel cambiamento del rapporto tra struttura e funzione, molto prima che i singoli sistemi o strutture subiscano danni più gravi.

I cinque modelli osteopatici si basano sui punti di vista sopra citati, che corrispondono a un approccio osteopatico-salutogenetico.

La salutogenesi esamina i fattori cruciali per lo sviluppo delle persone verso la salute. L'affinità dell'approccio osteopatico è espressa in modo eclatante in una citazione di Still, il fondatore dell'osteopatia: "Trovare la salute dovrebbe essere l'obiettivo del medico. Chiunque può trovare la malattia".

L'osteopatia si concentra sempre sulla singola persona. L'osteopatia moderna comprende che raramente si tratta di un singolo fattore e che di solito si tratta sempre di combinazioni di fattori nella storia di vita del paziente. Tenere conto di questi fattori è importante per comprendere e risolvere i suoi disturbi.

L'OBIETTIVO DEL TRATTAMENTO È L'INTERAZIONE E IL MIGLIORAMENTO DELL'ADATTABILITÀ CON L'AIUTO DEI CINQUE MODELLI DELL'OSTEOPATIA:

  • Il modello biomeccanico della postura e del movimento
  • Sistema respiratorio e cardiovascolare
  • Il sistema metabolico, immunitario e ormonale
  • Il sistema nervoso con il cervello, il sistema nervoso periferico e autonomo (ANS)
  • Gli adattamenti biopsicosociali
Un diagramma di un cerchio con diverse frecce che puntano in direzioni diverse e che rappresentano diversi movimenti e connessioni nel campo dell'osteopatia ad Amburgo.

FLUSSO NATURALE - TUTTO CIÒ CHE VIVE, SCORRE

Il movimento è la caratteristica più significativa e il prerequisito per la vita.

Fin dalla nascita, gli esseri umani sono esposti a sollecitazioni che possono compromettere il loro equilibrio: Stress, infezioni, cattiva alimentazione, stress emotivo e traumi, incidenti... Il movimento è la caratteristica più significativa e il prerequisito per la vita. Fin dalla nascita, gli esseri umani sono esposti a stress che possono compromettere il loro equilibrio: Stress, infezioni, cattiva alimentazione, stress emotivo e traumi, incidenti....

Se queste influenze sono troppo forti per essere "digerite" e dissolte dall'organismo, quest'ultimo deve fare i conti con esse.La postura del corpo, la funzione di alcuni organi, il sistema ormonale o nervoso sono alterati. Ciò riduce il movimento e la mobilità dei tessuti, cosicché i fluidi come il sangue o la linfa non possono più scorrere liberamente. Il risultato è una limitazione dell'apporto di sostanze nutritive e ossigeno nell'organismo, nonché una ridotta eliminazione dei metaboliti nei tessuti e un'alimentazione nervosa disturbata. Se la capacità di compensazione dell'organismo è permanentemente sovraccaricata e il suo schema posturale e l'intero sistema sono eccessivamente sollecitati, si sviluppano le malattie.

Ha applicato ancora tecniche tissutali per alleviare la pressione su nervi, arterie, vene e vasi linfatici, ristabilendo così le condizioni per una fisiologia sana. Ancora oggi, l'obiettivo del trattamento osteopatico è aiutare l'organismo a ripristinare la comunicazione dei fluidi corporei e degli impulsi nervosi, nonché il movimento armonioso e la mobilità dei tessuti. In definitiva, quindi, il corpo guarisce da solo e l'osteopata lo sostiene in questo processo.

La sua arte consiste nell'applicare principi filosofici e scientifici al trattamento osteopatico.

Il trattamento osteopatico si basa sulla conoscenza dei numerosi processi interconnessi dell'organismo che portano alla salute o alla malattia.

TECNICHE DI OSTEOPATIA

Tecniche Osteopatiche - L'osteopata deve essere in grado di toccare con estrema precisione articolazioni (comprese le suture craniche), muscoli, legamenti, fasce, organi, nervi, vasi, fluidi corporei ed energie e di diagnosticare e trattare le loro interrelazioni con altri tessuti.

L'osteopatia è caratterizzata dalla capacità dell'operatore di sviluppare le proprie tecniche che meglio si adattano all'età e alle caratteristiche del paziente. Tuttavia, esistono diversi approcci alle tecniche. Alcuni di questi sono presentati di seguito.

PREVENZIONE

Dal punto di vista dell'osteopatia, i sintomi di malattia sono sempre associati a cambiamenti nella tensione o nella mobilità dei tessuti.

L'osteopata è in grado di individuare e trattare tali cambiamenti già prima che il paziente si accorga di una limitazione del movimento o prima che compaiano chiari sintomi di malattia. L'osteopatia viene quindi utilizzata anche quando ci sono disturbi nelle condizioni del paziente, molto prima che possa essere diagnosticata una malattia.

Una donna riceve un massaggio osteopatico in un centro benessere di Amburgo.

STORIA DELL'OSTEOPATIA

L'osteopatia è la legge della mente, della sostanza e del movimento. È stata fondata circa 120 anni fa dal medico americano Andrew Taylor Still (1828-1917). Quest'uomo straordinario iniziò la sua ricerca di un nuovo metodo terapeutico olistico perché profondamente deluso dalla medicina del suo tempo. La sua prima moglie e sei dei suoi figli morirono a causa di infezioni a cui avrebbero potuto sopravvivere se fossero stati curati correttamente.

Attraverso anni di ricerca, Still aveva riconosciuto che l'essere umano reagisce come un'unità nella salute e nella malattia. Conosceva le interazioni dei sistemi di organi e le leggi della natura. Su questa base sviluppò un concetto di trattamento olistico. Fin dall'inizio, il trattamento fu eseguito esclusivamente con le mani.

Still ha scoperto che ogni ostruzione delle strutture nervose e vascolari e ogni restrizione del movimento e aumento della tensione dei tessuti costituisce la base per lo sviluppo della malattia. Risolvendo questi disturbi, era in grado di migliorare o dissolvere completamente i disturbi funzionali anche in parti del corpo più distanti.

Nel 1892 Still fondò la "American School of Osteopathy" a Kirksville. Da allora l'osteopatia ha continuato a svilupparsi. William Garner Sutherland, ad esempio, estese i principi dell'osteopatia al cranio e diede all'insegnamento osteopatico una moltitudine di ulteriori impulsi.

L'osteopata francese Jean Pierre Barral è stato uno dei primi in tempi recenti a stabilire le basi scientifiche per il trattamento degli organi interni.

Gli osteopati americani ottennero il riconoscimento legale della loro professione e la parità di status con i medici dopo lunghe controversie. John Martin Littlejohn portò l'osteopatia in Europa già nel 1917. Nel 1951 fu fondata a Parigi l'Ecole Francaise d Osteopathie. Nel 1965, a causa delle misure repressive dello Stato, emigrò in Inghilterra, dove quattro anni dopo fu ribattezzata European School of Osteopathy (ESO). In Inghilterra, l'osteopatia è riconosciuta come corso universitario da diversi anni.

Anche se in Germania l'osteopatia è ancora un metodo terapeutico giovane, non si tratta di una nuova dottrina di guarigione, forse dubbia, ma di una procedura olistica che poggia su solide basi.

Osteopatia Amburgo

BLOG SULLA SALUTE

Con il mio blog vorrei rendere accessibile al grande pubblico il campo della salute olistica, costituito da conoscenze specialistiche e approfondimenti pratici su MENTE, CORPO e STILE DI VITA.

Newsletter Healthblog

Iscriviti alla nostra newsletter

A intervalli regolari inviamo una newsletter con video, podcast e articoli sul tema della salute.

Desidera una consulenza?
Saremo lieti di aiutarvi.

Chiamare al
it_ITItalian