Il logo del blog sulla salute con le parole "Torsten Lem" e l'enfasi sull'osteopatia sportiva.
Salute

Felicità, benessere soggettivo

Una donna pratica l'osteopatia sportiva con le braccia aperte.
Felicità, benessere soggettivo
  • Gli studi sull'influenza dei fattori economici sulla felicità e sul benessere sono numerosi. L'argomento è complesso e sfaccettato, come dimostrano, ad esempio, gli studi sul reddito. Molti studi concordano sul fatto che la disuguaglianza di reddito, piuttosto che il reddito assoluto, sia un importante predittore di felicità. Tuttavia, il ruolo della disuguaglianza di reddito è controverso. Yu, Wang (2017) sostengono che la disuguaglianza di reddito e la felicità hanno una relazione a forma di U rovesciata a causa del processo dinamico di competizione tra i due effetti. Quando la disuguaglianza di reddito è relativamente bassa, l'effetto segnale sarà il fattore dominante per cui le persone si sentono felici, perché considerano il reddito come un segnale di mobilità sociale e di mobilità ascendente attesa. Tuttavia, quando il livello di disuguaglianza di reddito di una società aumenta oltre un punto critico, l'effetto gelosia diventa il fattore dominante in cui le persone tendono a essere infelici a causa della mancanza di prospettive di mobilità verso l'alto e a causa della gelosia nei confronti dei loro coetanei più ricchi. (1)
  • Una rassegna di Dolan, Peasgood e White (2007) ha esaminato la relazione tra fattori economici e benessere soggettivo. Lo studio conclude che la cattiva salute, la separazione, la disoccupazione e la mancanza di contatti sociali sono fortemente associati negativamente al benessere soggettivo. (2) I risultati di questo studio sono presentati di seguito.
    • Influenza dell'età: gli studi indicano una curva a forma di U con un benessere più elevato alle età più giovani e più anziane e la soddisfazione di vita più bassa all'età media, tra i 32 e i 50 anni, a seconda dello studio. 
    • Genere: le donne tendono a riportare una maggiore felicità ma punteggi peggiori sul General Health Questionnaire, anche se alcuni studi non riportano differenze di genere.
    • Personalità: esiste una relazione molto moderata tra il benessere soggettivo e la personalità. Le persone con una maggiore autostima sembrano soffrire meno di depressione.
    • Istruzione: alcuni studi mostrano una relazione positiva tra ogni ulteriore livello di istruzione e il benessere soggettivo, mentre altri studi rilevano che l'istruzione media è correlata alla massima soddisfazione di vita. Tuttavia, è dimostrato che l'istruzione tende ad avere un impatto positivo nei Paesi a basso reddito. I titoli di studio possono essere legati a caratteristiche individuali non osservabili, come la motivazione, l'intelligenza o il background familiare, e i benefici dell'istruzione possono essere posizionali piuttosto che assoluti.
    • Salute: è stata riscontrata una forte correlazione tra il benessere soggettivo e la salute fisica e mentale.
    • Tipo di lavoro: non ci sono prove sufficienti per trarre conclusioni definitive sull'impatto del lavoro sul benessere. Molti studi europei non trovano differenze significative tra lavoro dipendente e lavoro autonomo. L'effetto positivo del lavoro autonomo è limitato alla popolazione ricca.
    • Prendersi cura degli altri: Una maggiore cura degli altri è associata a punteggi più bassi del General Health Questionnaire, a una minore soddisfazione e a un maggior numero di sintomi depressivi.
    • Autonomia: è stata indicata come un prerequisito essenziale per il benessere. La perdita di soddisfazione associata al caregiving può essere dovuta alla perdita di autonomia e alla scelta di svolgere un ruolo di assistenza a tempo pieno.
Felicità
    • Atteggiamenti e convinzioni verso se stessi, gli altri e la vita: L'appartenenza a organizzazioni (non religiose) e l'impegno regolare in attività religiose hanno un effetto positivo sul benessere soggettivo. Attività semplici come il giardinaggio possono essere associate a una maggiore soddisfazione della vita e questo è particolarmente importante per gli ultrasessantenni. Percezione delle circostanze: un'autopercezione più scarsa della situazione finanziaria attuale è solitamente associata a una minore soddisfazione di vita. La fiducia sociale (fiducia nella maggioranza degli esseri umani) è associata a una maggiore soddisfazione e contentezza della vita e a una minore probabilità di suicidio. In generale, le nostre convinzioni influenzano il nostro benessere soggettivo. Le persone religiose sono generalmente più felici di quelle non religiose, indipendentemente dalle loro convinzioni. Credere in un dio significa avere un livello di soddisfazione di vita più alto, indipendentemente dalla religione di appartenenza. L'essere soli sembra essere peggiore per la soddisfazione della vita rispetto all'essere in coppia. Il sesso regolare è associato a una soddisfazione di vita più positiva, soprattutto con un partner. Ciò indica che per il benessere è importante avere una relazione di cura, piuttosto che una serie di relazioni meno strette. Le prove sulla misura in cui il benessere dipende dai figli variano e differiscono tra gli studi e i Paesi. Il contatto con la famiglia, ma non con gli amici, mostra un effetto positivo significativo sulla soddisfazione di vita. Tuttavia, l'effetto è piccolo.
    • Ambiente economico, sociale e politico più ampio: le ricerche sull'impatto della disuguaglianza di reddito sul benessere sono contrastanti. Negli Stati Uniti e in Europa è stato riscontrato che i tassi di disoccupazione nazionali riducono il benessere soggettivo. Le prove sull'impatto dello Stato sociale sono limitate. Rimane una relazione positiva tra democrazia e soddisfazione di vita. I problemi ambientali affrontati riducono la soddisfazione di vita, ad esempio l'inquinamento misurato dal biossido di azoto influisce sulla soddisfazione generale. Vivere in un'area insicura o svantaggiata ha un impatto negativo sulla soddisfazione di vita. Per quanto riguarda l'Europa, è emerso che vivere nelle grandi città influisce sulla soddisfazione di vita, mentre vivere nelle aree rurali è positivo.
  • I libri di consulenza personale di solito affrontano l'argomento da un'angolazione diversa. L'attenzione si concentra in particolare su come il benessere soggettivo e la sensazione di felicità possano essere, per così dire, allenati. In questo caso, l'attenzione si concentra maggiormente sull'idea che la felicità e l'essere felici hanno un significato diverso per ognuno e che le condizioni di vita non sono determinanti per la nostra felicità. La questione è come possiamo adattarci alle condizioni di vita e ai problemi che cambiano e come possiamo aumentare la nostra esperienza di felicità e benessere. Ciò include anche un'auto-riflessione su come il nostro atteggiamento verso la felicità influenzi i momenti felici che viviamo. In realtà, ci sono molti modi provati e scientificamente studiati per fare qualcosa da soli per sentirsi più felici e contenti. Ecco i miei I 9 migliori consigli per la felicità.
  •  
  1.  Yu Z, Wang F. Disuguaglianza di reddito e felicità: una curva a U rovesciata. Front Psychol. 2017;8:2052. 
  2. Dolan P, Peasgood T, White M. Sappiamo davvero cosa ci rende felici? Una revisione della letteratura economica sui fattori associati al benessere soggettivo Journal of Economic Psychology. 2008; 29: 94-122.

Iscriviti alla newsletter

ALTRI ARTICOLI

Ein Mann führt unter Einbeziehung einer Armbewegung eine Yoga-Übung in einem Wohnzimmer durch.
Entdecken Sie einfache, aber wirkungsvolle Armbewegungsübungen zur Steigerung Ihrer täglichen Vitalität und zur Vorbeugung von Verspannungen.
Ein Mann macht auf einer violetten Matte eine Übung und führt eine Überkopfkniebeuge aus.
Entdecke, wie du mit Dips, einer einfachen, aber kraftvollen Übung, deinen Oberkörper stärken kannst – ganz bequem von zu Hause aus. Inkl. Video.
Un uomo in forma che fa yoga in un salotto.
Nel nostro ultimo post sul blog, scoprite esercizi di equilibrio semplici ma efficaci, studiati appositamente per la vita quotidiana in ufficio. Scoprite come prevenire i problemi alla schiena, stimolare il metabolismo e migliorare la concentrazione con brevi pause di movimento, senza dover lasciare la scrivania. Questi consigli pratici vi aiuteranno a rimanere attivi e in salute nonostante un lavoro sedentario.
Newsletter Healthblog

Iscriviti alla nostra newsletter

A intervalli regolari inviamo una newsletter con video, podcast e articoli sul tema della salute.

Desidera una consulenza?
Saremo lieti di aiutarvi.

Chiamare al
it_ITItalian